Benefici dell’attività fisica e falsi miti

Aggiornamento: 2 nov 2021



L’effetto positivo sulla salute di attività fisica e sana alimentazione veniva già ipotizzato ed enunciato tra il V e il IV secolo a.C. dal filosofo Ippocrate:

“Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, né in difetto né in eccesso, avremmo trovato la strada per la salute”.


Abbandonare uno stile di vita sedentario non significa necessariamente passare 2 ore al giorno, tutti i giorni, in una palestra. Sicuramente, praticare regolarmente sport è un’ottima soluzione, ma è anche importante cercare di muoversi di più in ogni momento della giornata.

Rispetto ad uno stile di vita sedentario, infatti, anche un livello di esercizio che coincida con il minimo di attività raccomandata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) riduce drasticamente il rischio di mortalità per tutte le cause.


Ad oggi non c'è alcun dubbio: la scienza ha ampiamente dimostrato come seguire una dieta sana ed equilibrata e svolgere quotidianamente attività fisica sia fondamentale per garantire un ottimale stato di salute e prevenire l’insorgenza di patologie croniche come malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2 e osteoporosi, responsabili di oltre il 70% dei decessi nel mondo.

In particolare, il connubio tra esercizio fisico equilibrato e sana alimentazione influenza positivamente svariate strutture e sistemi del nostro organismo, agendo positivamente su infiammazione, sistema immunitario, metabolismo energetico, ormonale, salute mentale, apparato cardiocircolatorio, respiratorio, muscolare e osteo-tendineo, e favorisce il mantenimento di un adeguato peso corporeo, riducendo l’insorgenza di sovrappeso e obesità, noti fattori di rischio per lo sviluppo delle patologie sopracitate.


Se si decide di iniziare un’attività fisica pianificata e strutturata è opportuno iniziare con gradualità, ponendosi obiettivi realistici, e abbinare all'attività fisica un'alimentazione completa e varia, fondamentale per assicurare i corretti fabbisogni di macro e micronutrienti, funzionali anche ad ottimizzare la performance fisica soprattutto in chi svolge esercizio ad elevato impegno fisico e negli sportivi professionisti.


Moltissimi ritengono che lo svolgimento di una regolare attività fisica, a livello amatoriale, necessiti di particolari consigli alimentari e/o particolari introiti e rapporti dei macronutrienti (proteine, carboidrati e grassi), mentre in realtà, in caso di allenamenti regolari, fino a 1-2 ore al giorno per 3-4 volte a settimana, è sufficiente rispettare le raccomandazioni generali per una sana alimentazione, chiaramente mangiando un po’ di più in base all’intensità dello specifico allenamento (preferibilmente dopo aver consultato un Professionista del settore) e non sbilanciando mai il rapporto tra i macronutrienti.


Il miglior modo per avere dei consigli nutrizionali che si armonizzino con il proprio stile di vita, con il proprio livello di attività fisica ed obiettivo è rivolgersi ad un professionista serio in ambito nutrizionale.


Vediamo ora alcuni miti da sfatare nell'ambito dell'allenamento e alimentazione:


1)Digiunare per diverse ore dopo l'allenamento fa dimagrire: FALSO

In questo modo, infatti, nel contesto di un'alimentazione ipocalorica orientata al dimagrimento, non solo non si aiuta questo processo, ma si va ad ostacolare la sintesi proteica muscolare, indebolendo, altresì, l’organismo.


2)Chiunque pratica attività fisica necessita di integrazione: FALSO

Per sapere quali siano le corrette esigenze energetiche e la tipologia di alimenti ed eventuali integratori da assumere è opportuno evitare il “fai da te”. Solo un Professionista qualificato della nutrizione è in grado di valutare correttamente le necessità energetiche e nutrizionali di ognuno, tenendo in considerazione, oltre allo stato di salute generale, anche la tipologia, l’intensità e lo scopo degli allenamenti.


3)Sudare fa dimagrire: FALSO

Ciò che viene perso tramite il sudore non è grasso, bensì liquidi e sali minerali. Per questo motivo, è preferibile evitare l'utilizzo di indumenti sintetici non traspiranti durante l’allenamento.


Spero che i consigli e le nozioni date ti siano utili. Si tratta di aspetti ormai noti ma sempre utili da ribadire e ricordare, soprattutto qualora si volesse intraprendere o si stesse già intraprendendo un percorso alimentare e di allenamento.

140 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti